Archivi del giorno: 14 gennaio 2011

Raffaella Scarpato…la mia maestra di fatine :-)

Fonte http://www.raffacreazioni.it/

1 Commento

Archiviato in Ci piacciono!, Maestri e laboratori di arti applicate

L’Atelier Del Riciclo

L’Atelier Del Riciclo si occupa del riuso creativo di oggetti che apparentemente hanno esaurito la loro funzione ma,  per particolarità delle forme e qualità dei materiali, possono trasformarsi in opera con un nuovo ed elevato valore d’uso.

CHE COS’E’ L’ATELIER
Nato come associazione di promozione sociale fondata da creativi nel segno dell’eco-consumo di qualità,  l’Atelier oggi ospita sia l’associazione che un laboratorio di idee volte al recupero  e all’up-cycling di materiali e oggetti nel segno della moda, dell’arte e del design.  Organizza eventi, esposizioni di recycled art ed eco- desing, swap party, momenti di divertimento, discussione e scambio per favorire il flusso sociale della fantasia e della creatività. 

RECYCLED,  NOT  TRASH
Rispetto al passato, rimane valido il concetto di recupero: oltre il 60% di ciò che scartiamo o buttiamo può diventare una risorsa. Ma l’Atelier si stacca dal trash per due motivi: recupera solo oggetti di qualità e ne promuove le riqualificazione (nel fashion per esempio) e la rielaborazione attraverso percorsi d’arte e green-design.

IDEE E PROGETTI AD PERSONAM 
Qualsiasi oggetto, anche il più banale, se è bello ha un’anima. Nasconde potenzialità estetico-funzionali che lo rendono fonte d’ispirazione e può diventare quindi qualcosa di unico.  Per questo l’Atelier, oltre a promuovere lo swapping di abiti e accessori moda piò o meno griffati, sostiene, coordina e ‘mette in vetrina‘ giovani artisti, architetti, artigiani e designer che offrono servizi di nuova concezione: dal relooking di abitazioni e spazi professionali alla creazione di recycled-furniture, cioè di mobili, suppellettili e installazioni che consentono di rinnovare gli spazi abitativi mantenendo l’impronta personale e unica di chi ci vive, esaltandone il gusto e la storia.

COSA CREA L’ATELIER: GREEN GLAMOUR TRA ARTE E DESIGN, MODA E CULTURA
Le creazioni promosse dall’Atelier spaziano dall’interior design al wardrobe refashioning (ri-creazione di abiti e accessori moda) con un unico comun denominatore: il senso della bellezza come ‘fattore riqualificante’ del vissuto quotidiano. E non solo in senso estetico. Liberare l’oggetto della sua funzione codificata significa infatti liberare se stessi dall’abitudine al consumo condizionato.  E’ un processo che porta ad un contatto più libero e creativo con le cose: una piccola, grande rivoluzione estetica che sgancia dall’omologazione e dalla logica della ripetizione coatta. Ogni oggetto, infatti, è unico. Rinasce dalle sue ceneri con la bellezza di un’araba fenice. E diventa qualcosa di prezioso, totalmente  nuovo, affascinante.

Fonte http://www.atelierdelriciclo.org/

Lascia un commento

Archiviato in Associazioni, Ci piacciono!, Laboratori per artisti, Recycle & be happy, Swap Party

AFTER CHRISTMAS SWAP PARTY – 15 GENNAIO 2011

AFTER CHRISTMAS SWAP PARTY – 15 GENNAIO 2011

 

Riciclare i regali di Natale non è solo un gesto rivalutato dal bon ton: è una pratica intelligente che trasforma gli errori in piaceri ed evita di intasare gli armadi con cose che non verranno utilizzate

Il profumo che non indosserai mai, l’abito di un colore che non ti piace, l’agenda che avevi già comprato o il doppione dell’ultimo cd del tuo cantante preferito…A chi non è successo di trovare sotto l’albero  un regalo ‘sbagliato’? Sabato 15 gennaio potrai trasformarlo in sonante moneta di scambio per ottenere qualcosa che, invece, ti piace davvero. 

Dalle ore 16 alle 19, infatti,  alla Swap Boutique di via Casale 3/a (MM Pta Genova, tram 9 e 19) tra pasticcini, fette di torta e una fragrante tazza di tè (o caffè), potrai incontrare tante swapper e scambiare subito ciò che hai portato, senza vincoli di valutazione da parte dello staff dell’Atelier (che invece solitamente classifica gli oggetti in 7 categorie di valore commerciale).

Preparati quindi a un pomeriggio di divertimento e di relax,  per farti un regalo in più e per iniziare l’anno con il mood giusto: distensione, serenità e piacere nel contatto con tante cose belle e nuove che potranno diventare tue praticamente gratis. In più, un regalo alla tua bellezza: tutte le partecipanti ricerevanno gratuitamente dei campioni di cosmetici bio.

Riserva il tuo spazio

Per facilitare l’organizzazione dell’evento e assicurare sufficiente spazio all’esposizione degli oggetti, il numero di posti è limitato a 40. Ti consigliamo quindi di prenotare il prima possibile per garantirti la possibilità di partecipare. Puoi riservare il tuo posto acquistando comodamente on-line il ticket di partecipazione (qua sotto): la ricevuta ti servirà da voucer da presentare all’ingresso.  

Cosa potrai portare?

Capi di abbigliamento, accessori (sciarpe, borse, cappelli…), profumi, cosmetici, oggetti per la casa, agende, libri, dvd, cd. 

Costo 

 Biglietto d’ingresso: 15 euro, inclusi swapping fee e tea-break con snack dolci e salati. Ingresso libero per bambini e ragazzi fino ai 12 anni. 

Fonte http://www.atelierdelriciclo.org/i-prossimi-eventi/

Lascia un commento

Archiviato in Recycle & be happy, Swap Party

Gli eremiti

 

Egon Schiele, Gli eremiti, 1912

 So che non esiste un’arte moderna, ma un’arte che è sempre la stessa perenne. Del resto gli artisti nuovi creano da soli e per se stessi. Fate in modo di vedere, se ne siete capaci, dentro l’opera d’arte. Io dipingo la luce che emana da tutti i corpi, per dare l’immortalità all’artista, basta una sola opera d’arte vivente . 

                                                                                                         Egon Schiele

Lascia un commento

Archiviato in Pillole d'ingegno

“Come un tuono in cerca di pioggia”

INCONTRI CON L’AUTORE

Artea Libreria Caffè

Piazza Norberto Bobbio 1
San Donato Mil.se – Tel 02.5279607

Giovedì 20 gennaio 2011 – ore 21.00

 

di Laura Basilico – Robin Edizioni

pag. 336 – Euro 14,00

Estate 1998 a Milano. I Mondiali di calcio in Francia stanno per entrare nella fase cruciale e

Margherita, trentunenne giornalista
free lance, si prepara con scarso entusiasmo alle nozze con

Andrea, medico.
Ad incrinare del tutto le già fragili convinzioni della giovane donna arriva l’incontro casuale con

Aljosa, l’ex fidanzato di cui non ha notizie da sette anni, da quando era partito alla ricerca dei

genitori naturali per la Croazia dilaniata dalla guerra. L’antica passione si riaccende, e sarà proprio

Aljosa, poco alla volta, tra una partita e l’altra, ad allontanarla dall’inaffidabile Andrea.

A meno di quarantotto ore dal matrimonio, spalleggiata dall’amica del cuore, Margherita fugge per

raggiungere Aljosa e i fratelli di lui a Parigi dove la sorprendente compagine croata sta per

conquistare il terzo posto.

Andato naturalmente a monte il matrimonio, Margherita si trasferisce quasi subito a Londra alla

ricerca di una nuova strada, anche professionale, coronando finalmente il sogno di diventare

giornalista sportiva. Un’altra outsider è giunta al successo, come la squadra croata.

L’autrice

Sono nata a Milano nel 1967. Fin dall’adolescenza ho coltivato la passione per la scrittura,
dedicandomi sia alla poesia che alla prosa, prevalentemente narrativa, ma senza disdegnare la

saggistica e ho ottenuto alcuni riconoscimenti nel campo degli inediti.

Questo è il mio primo romanzo pubblicato. L’idea di parlare del successo sportivo della nazionale

croata è nata subito dopo la fine dei Mondiali di Calcio del 1998, ma non volendo conferire al mio

racconto uno stile troppo giornalistico ho cercato una maniera per coniugare al meglio la realtà e la

storia con i personaggi da me ideati. Non è stato semplice. Sebbene l’ambientazione sia milanese,

era necessario parlare di un Paese, la Croazia, di cui conoscevo poco o nulla, eccetto gli atleti, una

missione praticamente impossibile senza un lavoro preliminare di studio e approfondimento che mi

ha permesso di colmare i molti vuoti della mia trama letteraria.

Sarà presente l’autrice

Introduce: Carlotta Pistone

Caporedattrice del web magazine

 

 

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Poesia e letteratura

Concorso “Cibo e Migrazione”

La data di scandenza del bando di concorso di “Art Your Food” Milano e’ stata prorogata al 1 marzo 2011 e di conseguanza la data di annuncio dei 40 finalisti (10 per ogni categoria) sara’ il 7 marzo 2011.
Avete ancora molto tempo a disposizione per lasciarvi ispirare dal tema “Cibo e Migrazione”.
In bocca al lupo!!!

La prima edizione di IMAFestival, “Art Your Food”, si sviluppera’ nel 2011 in tre concorsi separati sul tema “Cibo e Migrazione” che si concluderanno con tre eventi nelle citta’ di Milano (20 marzo ’11), New York (fine aprile ’11) e Los Angeles (maggio ’11). 
 

Per maggiori informazioni si puo’ visitare anche il sito web www.imafestival.com
 
In Italia IMAFestival e’ Patrocinato dal Ministero delle Attivita’ Culturali, dal Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, dalla Provincia e dal Comune di Milano. Questi ultimi, inoltre, hanno messo a disposizone come location per l’evento finale di Milano del 20 di marzo 2011 il Teatro Dal Verme.
 
Il bando di concorso di Milano e’ stato prorogato fino al 1° Marzo 2011, la stessa data di scadenza del bando di New York e di Los Angeles, e gli artisti possono partecipare inviando opere ispirate alla combinazione dei temi “Cibo e Migrazione” nelle quattro discipline proposte: video, arti figurative, musica e letteratura.
I comitati di ogni citta’ sceglieranno 10 finalisti per categoria che parteciperanno agli eventi conclusivi durante i quali saranno scelti i 4 vincitori da un panel di giudici professionisti cui si aggiungera’ il vincitore votato dal pubblico.
Per tutti i finalisti ci saranno dei premi legati al talento che sono spiegati nel dettaglio sul sito alla pagina http://milano.imafestival.com/cms/Premi/

Grazie per l’attenzione e non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni

Carlotta Pistone

Carlotta Pistone
Organizzazione Evento IMAF
 
347 4457131
carlotta@imafestival.com

Lascia un commento

Archiviato in Concorsi

In un bosco incantato, Teresa incontra un naso, una bocca, un occhio, un dito e un orecchio.

 TEATRO LA SCALA DELLA VITA

Domenica 16 Gennaio 2011 Ore 16.00.

Teatro Aion / Cooperativa Effetà

in

IL BOSCO DEI CINQUE SENSI”

di Stefano Bernini

con Stefano Bernini & Micaela Buratti

In un bosco incantato, Teresa incontra un naso, una bocca, un occhio, un dito e un orecchio. E ognuno sostiene di essere la parte più importate del corpo! Teresa non ci si raccapezza più. Quale sarà davvero il senso più importante? Il suo amico, la Grande Quercia, l’aiuterà a capire il significato e l’importanza dei cinque sensi…

Dall’esperienza del laboratorio sui cinque sensi, uno spettacolo sorprendente, divertente, e simpaticamente educativo…

Segreteria Teatro 026363.3353 / 333.8832030

http://www.sipariobambini.org; lascaladellavitateatro@fastwebnet.it

Via Piolti de Bianchi 47, Milano – Autobus 54-61–92 e Passante fermata Dateo

 

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized