Archivi categoria: Grafica

“Opus Imaginarium – Bottega d’arte”

Associazione artistico culturale Dextructura

L’associazione Dextructura nasce a Cantù nel 1998. Ha come scopo la divulgazione di linguaggi artistici e la realizzazione di diverse attività artistiche e culturali, non solo espositive ma anche didattiche. All’associazione si iscrivono nmerosi artisti dell’Accademia di Brera.

Nel novembre 2000 viene inaugurata la galleria dell’associazione, Macadam. Lo spazio ospita mostre personali e collettive di artisti provenienti da tutta lItalia, oltre ad una stagione di cineforum e corsi serali di pittura e scultura.

Il gruppo continua a lavorare didatticamente spostandosi sul territorio comasco grazie all’appoggio del punto Einaudi e usufruendo di spazi espositivi come San Pietro in Atrio, mentre a Cantù prosegue la collaborazione con diversi enti, finalizzata all’organizzazzione di corsi presso strutture scolastiche.

Nel 2011 il gruppo Dextructura inaugura a Cantù la nuova sede, l’atelier-bottega d’arte OPUS IMAGINARIUM: qui vengono organizzati laboratori e attovità di sperimentazione dei differenti linguaggi artistici. I Laboratori – tranne nel loro aspetto più tecnico- seguono un  percorso alchemico-rinascimentale, in cui al centro dell’introspezione artistica viene posta la soggettività dell’allievo.

Il laboratorio Opus Imaginarium è concepito come  uno spazio-rifugio in cui, attraverso percorsi percettivi guidati, l’individuo possa riscoprire e dare libero corso alla propria creatività.

 Laboratori aperti a tutti

  • Tra forma e materia

 “L’arte del fuoco: argilla, dalla modellazione alla cottura”

 “La ceramica raku”

“Il mosaico: sulle orme di Gaudì”

“Tecniche murarie e affresco”

  •  Disegnare con la luce

 “Laboratorio di fotografia e comunicazione”

 “ Riflessi di luce, tra fotografia e pittura” 

 “Incisione e stampa d’arte”

“La rappresentazione dello spazio dal Rinascimento”

  • Arte e percezione

 “Anatomia dell’anima” Percorsi d’introspezione attraverso il linguaggio visivo.   

 “La danza della realtà: la lettura dei simboli”  

  • Laboratori per bambini 

“Il pentolone magico”. Laboratorio di modellazione.

“Disegnare una storia”. Laboratorio di illustrazione per bambini.

“Fabulazione visiva. Un bambino di nome Giotto”. Dal racconto al disegno.

“Fiori, frutta e tavole imbandite”. Laboratorio alla scoperta di insoliti e curiosi materiali.

“Triangolo+cerchio+quadrato”. Giocando con forme e colori per creare fantasiose opere d’arte.

“La scatola delle meraviglie”. Per scoprire come funziona una macchina fotografica.

  • Servizio riservato alle scuole.

 Laboratori di approfondimento  su tecniche  e artisti con collegamenti interdisciplinari

Corsi, riservati ai docenti, di formazione in comunicazione visiva, fotografica e artistica.

Per specifiche richieste di laboratori d’arte (consulenze) richiedere all’associazione.

  • Stage estivi

 “Le pietre della Corsica”

Laboratorio settimanale di fotografia e scultura attraverso un percorso naturale di metamorfosi tra pietre scolpite dal vento e interpretazione artistica della forma.

Il laboratorio prevede una parte artistico pratica e una teorica sull’approccio alla metamorfosi nell’arte.

 “Riflessi d’acqua”

Escursione  fotografica e pittorica di uno o due giorni sulle rive del fiume Po, con gita in barca sul fiume e sosta per foto e acquarelli su isolotti.

Pranzo presso barche dei pescatori.

 “Tra sugheri e Mare”

Laboratorio settimanale di pittura, raku, incisione tra i sugheri della  Sardegna.

Visita ad Orgosolo per ammirare i murales, fenomeno artistico di arte sociale degli anni 70.

I corsi a moduli mensili sono aperti dal 1 di settembre al 31 di maggio –  nel mese di giugno e luglio  si effettuano solo gli stage estivi. Chiusura in agosto.

Tutti i corsi sono strutturati in moduli mensili, il calendario e gli orari sono decisi in base alle richieste dell’utenza.

Per informazioni e programmi specifici, contattare l’associazione artistica cell: 3495885646 / 3450640700 tel: 031705265 oppure scrivere a

 opusimaginarium@libero.it

 o visitate il sito http://www.opusarte.it

Lascia un commento

Archiviato in Associazioni, Corsi Creativi, Design, Fotografia, Grafica, Laboratori, Pillole d'ingegno, Scuole d'arte

Le illustrazioni di Morena Forza

Nata a Milano nel 1984, appassionata di storia dell’Arte e del costume, e di leggende e fiabe ,soprattutto del folklore britannico.


Ha studiato Lingue, ma ha deciso di intraprendere questa carriera solo qualche anno fa; ha frequentato l’Istituto Europeo di Design di Milano e la Scuola superiore d’Arte applicata del Castello Sforzesco di Milano.

Ha sviluppato negli anni una predilezione per l’illustrazione digitale, che accompagna però a delle componenti di tradizionale (texture ad acquarello).

Progetti in corso, dei libri interattivi per iPad (appena realizzato “Rapunzel” dei Fratelli Grimm) In lavorazione il riadattamento de “Il giardino segreto” di Frances Hodgson Burnett. L’illustrazione assorbe quasi tutta la sua vita; quando non disegna cura uno spazio dedicato all’illustrazione chiamato Roba da Disegnatori.

FONTE: http://www.mairim.net/

S.

Lascia un commento

Archiviato in Grafica

Federica Galli – la poesia dell’incisione

Ho incontrato le opere di Federica Galli quasi per caso e son rimasta impigliata tra i rami sottili dei suoi alberi…

 

Federica Galli, esponente di spicco dell’arte incisoria italiana, nasce a Soresina – un paese alle porte di Cremona – nel 1932. Nell’immediato dopoguerra, 1946, convince i genitori a iscriversi al liceo artistico a Milano e nel 1950 all’Accademia delle belle Arti di Brera dove si diploma in pittura quattro anni dopo. Inizia a incidere nel 1954 – “Il paese dell’Alberta” – cimentandosi nell’acquaforte che non abbandonerà più.
Sposatasi nel 1966 con il giornalista Giovanni Raimondi del «Corriere della Sera», inizia una fitta serie di viaggi culturali che la portano nelle maggiori capitali europee e in paesi dalla tradizione incisoria meno radicata. Questo è anche l’anno in cui si convince che il mezzo tecnico con cui si esprime meglio è l’incisione, a cui si dedicherà in maniera assoluta.

Tra i suoi estimatori anche  Giovanni Testori che conobbe Federica Galli, negli anni ’70, l’artista cremonese aveva già un passato disseminato di successi di critica e fortuna commerciale. Le sue acqueforti godevano di un vasto pubblico di estimatori che non poteva non sostenere un’artista capace d’aver riportato in auge il genere del vedutismo, dopo anni d’oblio.

Vedute delle sue città predilette: Milano e Venezia, ma anche luoghi meno noti e riconoscibili della “sua” campagna lombarda. Gli alberi, da sempre presenti in maniera predominante nella sua opera, diventano protagonisti assoluti, a partire dalla seconda metà degli anni ’80, quando intraprende un viaggio lungo tutto il territorio italiano a caccia di Alberi Monumentali, quasi sempre colossi centenari, di cui ci illustra un panorama non sempre noto, di veri e propri giganti spettacolari. Esempi di forme ed intrecci affascinanti e, come per le vedute, sempre privi di figure umane, ma non per questo di linfa vitale.

FONTE: http://95.110.196.105/

S.

Lascia un commento

Archiviato in Grafica

Greta Castellani

 

Greta Castellani è nata a Cremona nel 1981 e ama da sempre scarabocchiare il suo mondo con matite e pennelli.

Dopo il liceo artistico si è diplomata in pittura all’Accademia di belle Arti di Brera con una tesi sulla rappresentazione del corpo nel contemporaneo.

Da allora ha iniziato ad interessarsi all’illustrazione e alla grafica digitale e si è specializzata in tecniche illustrative presso lo IED di Milano.

Da qualche anno collabora con case editrici e studi di grafica come freelance, tiene laboratori creativi nelle scuole della sua città e soprattutto disegna, disegna,disegna….

Fonte http://www.gretac.org/bio/

M.

Lascia un commento

Archiviato in Grafica, Pittura