Archivi tag: Cremona

GIUSEPPE ABATE

ABATEGIUSEPPE ABATE
Inaugurazione giovedì 13 giugno, ore 18.00

Via Beltrami, 18 – Cremon
13 giugno – 23 settembre*
*chiusura estiva dal 1° al 31 agosto
martedì – sabato 10.30 – 13.30 e 16.00 – 20.30
domenica 16.00 – 20.30
lunedì chiuso

INTERNO18 presenta la mostra personale di Giuseppe Abate.
Dal 13 giugno al 23 settembre saranno esposte circa 20 tele di piccolo, medio e grande formato
ed una selezione di disegni appartenenti alla produzione più recente dell’autore.
“I soggetti prediletti da Giuseppe Abate spiccano da interni realizzati in modo studiatamente
sommario e indifferente, quasi pop, e incorporano le tracce di un’attrazione per il morboso e
l’anormale che è usuale in tanta arte delle nuove generazioni. La rassegnata consuetudine
dell’esistenza borghese viene, infatti, sconvolta da elementi inediti e fortemente inquietanti, che
rilasciano l’ipotesi di una organizzazione totalmente paradossale, finanche schizoide, del quadro. Si
creano così delle composizioni in cui, nelle com-possibilità di azioni ed elementi legati tra loro in
modo irrazionale, emergono i segni di un linguaggio figurativo completamente nuovo”.

(Paolo Aita)
L’autore concepisce spazi e figure con un atteggiamento stilistico volutamente infantile e una
tensione alla metafora, al gioco e all’onirico, riflesso di una ricerca sull’essere e sulla norma.
Le opere di Abate ricreano l’atmosfera propria di un incubo o di un’allucinazione che prende vita
in ambienti apparentemente familiari, oscillando fra inconscio e consapevolezza, in un clima dalla
freddezza impersonale, ma che sembra racchiudere sempre un presagio.
Giuseppe Abate è nato a Bari nel 1987, ha compiuto gli studi artistici e nel 2011 ha conseguito il
diploma in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia, città dove vive ed opera. Nel 2013 vince il
Premio Nazionale “Toni Ferro” e nel 2012 il Premio “LA PRIMA PERSONALE”, in collaborazione con
Accademie di Belle Arti di Bari, Foggia e Lecce.

http://www.galleriainterno18.it

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Inaugurazioni, Mostre e Fiere

Federica Galli – la poesia dell’incisione

Ho incontrato le opere di Federica Galli quasi per caso e son rimasta impigliata tra i rami sottili dei suoi alberi…

 

Federica Galli, esponente di spicco dell’arte incisoria italiana, nasce a Soresina – un paese alle porte di Cremona – nel 1932. Nell’immediato dopoguerra, 1946, convince i genitori a iscriversi al liceo artistico a Milano e nel 1950 all’Accademia delle belle Arti di Brera dove si diploma in pittura quattro anni dopo. Inizia a incidere nel 1954 – “Il paese dell’Alberta” – cimentandosi nell’acquaforte che non abbandonerà più.
Sposatasi nel 1966 con il giornalista Giovanni Raimondi del «Corriere della Sera», inizia una fitta serie di viaggi culturali che la portano nelle maggiori capitali europee e in paesi dalla tradizione incisoria meno radicata. Questo è anche l’anno in cui si convince che il mezzo tecnico con cui si esprime meglio è l’incisione, a cui si dedicherà in maniera assoluta.

Tra i suoi estimatori anche  Giovanni Testori che conobbe Federica Galli, negli anni ’70, l’artista cremonese aveva già un passato disseminato di successi di critica e fortuna commerciale. Le sue acqueforti godevano di un vasto pubblico di estimatori che non poteva non sostenere un’artista capace d’aver riportato in auge il genere del vedutismo, dopo anni d’oblio.

Vedute delle sue città predilette: Milano e Venezia, ma anche luoghi meno noti e riconoscibili della “sua” campagna lombarda. Gli alberi, da sempre presenti in maniera predominante nella sua opera, diventano protagonisti assoluti, a partire dalla seconda metà degli anni ’80, quando intraprende un viaggio lungo tutto il territorio italiano a caccia di Alberi Monumentali, quasi sempre colossi centenari, di cui ci illustra un panorama non sempre noto, di veri e propri giganti spettacolari. Esempi di forme ed intrecci affascinanti e, come per le vedute, sempre privi di figure umane, ma non per questo di linfa vitale.

FONTE: http://95.110.196.105/

S.

Lascia un commento

Archiviato in Grafica